Home » News » Giochi » Guardians of the Galaxy: The Telltale Series Ep.1 – Felice di stare lassù (recensione)

Guardians of the Galaxy: The Telltale Series Ep.1 – Felice di stare lassù (recensione)

Recensione Guardians of the Galaxy: The Telltale Series Ep. 1 – Molti amano cimentarsi nell’arte dello scrivere, ma non tutti possiedono l’elasticità mentale di Telltale Games: non solo creano belle storie in un arco di tempo ridottissimo, ma riescono anche nell’impresa di diversificare i toni in maniera netta, prendendo certamente spunto da marchi noti, ma senza perdere l’integrità del loro stile.

Con The Walking Dead abbiamo pianto, mentre Tales From The Borderlands ci ha fatto ridere e non poco, e, con I Guardiani della Galassia, la software house americana vuole trasportare lo spirito del fumetto, e anche del film, in un’avventura narrativa che sa quando fare la seria, e quando buttarla in caciara o, almeno, è questa l’impressione che ci ha dato il primo episodio, intitolato Tangled Up in Blue.

LEGGI ANCHE: Recensione Guardiani della Galassia Vol. 2 (film)

Sia chiaro, è ancora troppo presto per tirare le somme, visto che gli episodi previsti sono ben cinque, ma le premesse iniziali sono più che accattivanti. Ecco la nostra recensione.

Editore Telltale Games
Sviluppatore Telltale Games
Piattaforme PS4, XB1, PC, Android, iOS
Genere Avventura narrativa
Modalità di gioco Singolo giocatore

Video Recensione Guardians of the Galaxy: The Telltale Series Ep. 1

I concetti espressi nella seguente recensione sono racchiusi nel video a seguire, con tanto di sequenze di gameplay tratte dalle nostre sessioni di gioco su PS4. Le scene cercano di ridurre al minimo il rischio spoiler. Vi informiamo che il gioco è disponibile anche su PC, Xbox One, Android e iOS. – Video in Upload

E chi chiamerai?

Il nocciolo della trama gira attorno ad un artefatto, la Eternity Forge, mediante la quale sembra possibile attingere ad un potere incommensurabile. La storia si assume qualche rischio ed è perfettamente fruibile da chiunque, fan o meno dell’opera originale, anche se la vicenda parte in medias res, dando un po’ per scontato che conosciate i personaggi almeno in minima parte.

Vestirete i soli panni di Peter Quill, conosciuto ai più come Star-Lord, che abbandona le fattezze dell’attore Chris Pratt per un’estetica più fedele al fumetto, così come tutto il resto dei membri della ciurmaglia, ognuno dei quali rappresenta un punto importante della storia, e non un mero contorno: non a caso, c’è un motivo per cui la si vive solo dagli occhi di Star-Lord. In breve e senza addentrarci in territorio di sgradite anticipazioni, gli sceneggiatori hanno fatto in modo che possiate sentire sulla vostra pelle il peso del ruolo che veste il buon Peter Quill, del punto di contatto che tiene in piedi i Guardiani della Galassia senza farli collassare su sé stessi: una bella idea, spalmata in poco più di un’ora e mezza di gioco, e resa in un modo altrettanto convincente, che speriamo venga valorizzata al meglio nei prossimi episodi.

È assodato quindi che le basi dell’avventura siano solide: la struttura episodica ci è sembrata a suo agio, proprio perché l’opera originale è un fumetto. Non mancano poi bivi coerenti con la natura esagerata dei personaggi, inseriti in dialoghi a scelta multipla sempre dritti al punto, che modificano gli atteggiamenti di Gamora, Rocket Racoon e Drax nei confronti del nostro alter ego virtuale. Non ci siamo dimenticati di Groot, solo che purtroppo è stato utilizzato un po’ troppo poco, e speriamo di vederlo più in forma prossimamente.

Per il resto, la parte interattiva non riserva chissà quali sorprese, a parte qualche piccola eccezione. In particolare, è stata introdotta la verticalità durante una specifica fase esplorativa, all’interno della quale potrete attivare gli stivali a propulsione per esplorare piani aggiuntivi in altezza.

C’è qualche minuscolo enigma sparso qua e là, ma niente di trascendentale, ma abbiamo quantomeno apprezzato la volontà di inserire delle parti giocate un po’ più tangibili rispetto all’ultima stagione di The Walking Dead, A New Frontier, dove sono state praticamente accantonate. Inoltre, fa capolino la possibilità di tenersi in contatto con gli altri membri della squadra attraverso l’uso della radio, per scambiare un paio di chiacchiere sul più e sul meno.

Poi ci sono le classiche fasi d’azione guidate dai quick time event e, senza troppi giri di parole, è qui che la formula di Telltale inizia a stare un po’ stretta ai mitici Guardiani della Galassia: vedere scene dinamiche e spettacolari dove i cinque Guardiani le danno di santa ragione, mentre noi possiamo solo interagire premendo alcuni testi in eventi a tempo per altro facilissimi, non è proprio il massimo a cui si può aspirare, specialmente per un franchise così legato all’azione. Certo, lo ripetiamo, sono bellissime da guardare, ma la sensazione che si potrebbe fare di più è concreta.

Buono invece il comparto audiovisivo, che fa un uso sapiente delle musiche, da cui emerge un tema principale in pieno stile anni ’70, e ne ricava pure uno spunto narrativo davvero azzeccato. Graficamente è stato svolto un lavoro più che discreto, specie sui personaggi, tanto ché lo stacco rispetto ad un’opera come quella dedicata a Batman si sente tantissimo, dalle espressioni facciali alla mole poligonale. Permangono piccoli singhiozzi nella realizzazione tecnica, soprattutto quando si passa da una scena all’altra, almeno su PS4 Pro, ma tutto sommato l’impatto visivo sa dire la sua.

Vi comunichiamo, anche se dovrebbe essere scontato visto e considerato il trascorso dell’azienda, che la stessa sorte delle precedenti produzioni a marchio Telltale (a parte qualche rarissima eccezione) è toccata ai Guardiani della Galassia. Ciò significa che non è stata tradotta in italiano: una scelta inspiegabile, data la portata del brand.

Giudizio Finale

Recensione Guardians of the Galaxy: The Telltale Series Ep. 1 Giudizio Finale – Il primo episodio di questa nuova serie con protagonisti gli eroi più strampalati della galassia Marvel è stato confezionato con cura e rispetto nei riguardi di tutti, dei fan del fumetto, dei due film e dei giochi Telltale, e di chi si avvicina per la prima volta alle diverse forme d’intrattenimento: ironia, azione e discussioni sono incanalati in una base narrativa solida, che, tuttavia, è solo agli inizi. Il consiglio è sempre quello di aspettare l’uscita dei prossimi episodi prima di precipitarsi all’acquisto, ma per ora siamo soddisfatti, nonostante i limiti della formula. Vedremo cosa ci riserverà il futuro dei Guardiani della Galassia in salsa videoludica.

PRO CONTRO
  • Una direzione interessante per la storia
  • Coinvolgente, dall’inizio alla fine
  • Comicità e momenti seri in un giusto miscuglio
  • Completamente in inglese
  • La formula Telltale sta un po’ stretta quando si passa all’azione
  • Breve. Quando esce il prossimo episodio?

Recensione Guardians of the Galaxy: The Telltale Series Ep. 1 – Trailer

Recensione Guardians of the Galaxy: The Telltale Series Ep. 1 – Screenshot

L’articolo Guardians of the Galaxy: The Telltale Series Ep.1 – Felice di stare lassù (recensione) sembra essere il primo su AndroidWorld.

fonte: http://www.smartworld.it/videogiochi/recensione-guardians-of-the-galaxy-the-telltale-series-ep-1.html