Home » News » Giochi » TES: Legends – Castate di Morrowind: abbiamo provato la nuova espansione del gioco di carte Bethesda

TES: Legends – Castate di Morrowind: abbiamo provato la nuova espansione del gioco di carte Bethesda

A più di un anno dalla nostra recensione di The Elder Scrolls: Legends (si era meritato un bel 8 su 10) abbiamo passato un altro po’ di ore in compagnia dell’ottimo gioco di carte di casa Bethesda, approfittando dell’uscita della recente espansione Casate di Morrowind. Per l’occasione abbiamo testato a fondo anche la versione dedicata a smartphone Android: al momento della recensione infatti Legends era disponibile “solo” per PC e iPad, mentre al momento della stesura dell’articolo potete giocarci anche su Android (smartphone o tablet), Windows o macOS, iPhone e iPad.

Siamo rimasti colpiti da quanto la versione mobile del gioco non abbia niente a che invidiare a quella desktop. Anche su smartphone, con display ben più piccoli del normale quindi, Legends si lascia giocare che è un piacere. Per zoomare sulle carte è sufficiente una pressione prolungata sulle stesse, e comunque in generale non si sente la necessità di un display più grande. Sicuramente creare mazzi ex-novo è un po più complicato, ma gli strumenti che utilizzereste sulla versione desktop sono tutti lì: filtri di rarità, la selezione degli attributi e così via.

LEGGI ANCHE: Il 10 giugno non prendete impegni: c’è lo showcase Bethesda. Qualche speranza per Elder Scrolls VI?

L’unico appunto che possiamo fare alla versione mobile sono le continue schermate di caricamento per il passaggio da una sezione all’altra. Le schermate rubano tempo anche su dispositivi più potenti (lo abbiamo testato su Razer Phone, con hardware al top quindi), ma comunque niente di trascendentale. La versione desktop non presenta invece questo problema.

Tralasciamo per un momento la qualità della versioni e concentriamoci invece sull’espansione Casate di Morrowind. Bethesda sembra molto attenta a valorizzare tutta la lore di The Elder Scrolls, riproponendo le affascinanti terre dell’isola di Vvardenfell non solo in The Elder Scrolls Online, ma anche nel suo gioco di carte collezionabili. Ritroviamo ad esempio Dagoth Ur, principale antagonista proprio di The Elder Scrolls III: Morrowind, o i cavalieri di Gnisis, cittadina che si trovava nella zona nord ovest dell’isola di Vvardenfell.

Se in un nuovo mazzo inserite una carta con tre attributi potrete aggiungere carte dei tre attributi a cui fa riferimento. La dimensione minima del mazzo è però impostata a 75 carte.

Non c’è però una vera e propria modalità storia per Casate di Morrowind. Le novità riguardano più che altro il gameplay del titolo, visto che la nuova espansione introduce 149 nuove carte comprensive di nuove abilità e di nuove tipologie di creature, e, soprattutto, le carte da tre attributi. Le carte da tre attributi permettono di creare mazzi speciali che possono appunto comprendere carte provenienti da tre diversi attributi, ma in questo caso il numero minimo di carte da utilizzare sale a 75. In generale poi il numero massimo di carte appartenente a un mazzo sale a quota 100.

Ovviamente dovrete studiarvi bene il mazzo: quelli da 50 carte sono molto più rapidi, e se il vostro gioco si basa su carte specifiche aumenterà sensibilmente la probabilità di pescarle. Con 100 carte (o con 75 per i mazzi tre attributi) dovrete basarvi su più carte e su più strategie. Oltre a questo ci sono anche nuove abilità appartenenti alle carte tre attributi, ve le elenchiamo qui di seguito:

  • Adunata – Casata Redoran (Forza, Volontà, Resistenza): quando una creatura con Adunata attacca, fornisce +1/+1 a una creatura casuale nella tua mano.
  • Tradimento – Casata Telvanni (Intelligenza, Agilità, Resistenza): puoi sacrificare una creatura per giocare nuovamente quest’azione. È possibile usare Tradimento solo una volta per azione.
  • Complotto – Casata Hlaalu (Forza, Volontà, Agilità): le abilità Complotto si attivano se hai giocato un’altra carta nello stesso turno. I tre attributi degli Hlaalu (Forza, Volontà e Agilità) dispongono di molte carte poco costose che ti aiuteranno a portare a compimento i tuoi complotti.
  • Esaltazione – Tempio del Tribunale (Intelligenza, Volontà, Resistenza): esaltazione assegna un bonus a una creatura pagandolo con una maggiore quantità di magicka. Il costo di Esaltazione rende la creatura “Esaltata”, condizione importante quando le divinità compaiono in gioco.
  • Potere, potere e potere! – Casata Dagoth (Forza, Intelligenza, Agilità): la Casata Dagoth non ha nuove abilità. Ambisce solo a una cosa: il potere. Le carte di Dagoth, che hanno attributi di Forza, Intelligenza e Abilità, ti ricompensano se hai creature con almeno 5 punti di Attacco.

A sopperire alla mancanza di una modalità storia ci sono tre nuovi set di Enigmi, una modalità di gioco che metterà a dura prova le vostre abilità di gioco. Sono un po’ come le mosse finali delle partite di scacchi: con le carte a vostra disposizione e con quelle già presenti sul tavolo, sia vostre che avversarie, dovete vincere nell’arco di un turno. Dovrete quindi sfruttare le abilità sia delle carte che avete in mano, che magari prevedono particolari regole di Evocazione, che quelle già schierate.

Ci sono tre set di Enigmi da 10 rompicapi ciascuno: terminandoli sarete premiati con buste della nuova espansione e altri premi. Dei tre set solo uno è sbloccato: gli altri dovranno essere acquistati a 9,99€ l’uno o sbloccati con 1.500 crediti in game. C’è anche un Pacchetto introduttivo di Morrowind da soli 4,99€ che comprende 10 Buste Casate di Morrowind, il titolo unico “Il Nerevarine” per il vostro avatar e una carta leggendaria bonus.

In definitiva, anche grazie a questa nuova espansione, The Elder Scrolls Legends si conferma un ottimo gioco di carte collezionabili da giocare in qualsiasi situazione, anche grazie alle ottime versioni per dispositivi mobili, nonché un’ottima alternativa a quanto offerto dalla concorrenza (Hearthstone su tutti), anche grazie ad una lore particolarmente estesa e affascinante e a dinamiche di gioco che, come sostenemmo già nella nostra recensione, cercano di offrire quel qualcosa in più che certo non guasta.

Le varie campagne singolo giocatore, gli Enigmi e la possibilità di comprare buste aggiuntive anche a prezzi umani, permettono anche a chi si avvicina per la prima volta al mondo di The Elder Scrolls: Legends di crearsi mazzi decenti e iniziare a sfidare i tanti giocatori che popolano i server. E voi avete mai giocato a o giocate ancora a Legends?

L’articolo TES: Legends – Castate di Morrowind: abbiamo provato la nuova espansione del gioco di carte Bethesda sembra essere il primo su AndroidWorld.

fonte: http://www.smartworld.it/videogiochi/casate-di-morrowind-provato.html