Home » News » Fitbit Ace disponibile ufficialmente a 99,99 euro

Fitbit Ace disponibile ufficialmente a 99,99 euro

Fitbit Ace disponibile ufficialmente a 99,99 euro Android Blog Italia.

L’obesità giovanile è un fenomeno sempre più in espansione. Al fine di espandere il proprio ecosistema di prodotti anche ai più piccoli e spingerli a fare maggiore attività fisica, il colosso americano Fitbit ha lanciato ufficialmente il nuovo Fitbit Ace.

Si tratta di una fitness band molto simile a Fitbit Alta HR già presente in catalogo dedicata ai più giovani (da 8 anni in su). Disponibile in un’unica taglia adatta ad una circonferenza del polso compresa tra i 125 e i 161mmla Fitbit Ace supporta il rilevamento dell’attività fisica (registra passi e minuti attivi giornalieri), permette di monitorare il sonno, leggere le notifiche inviate dallo smartphone e attivare le notifiche per promemoria di movimento (si consigliano 250 passi ogni ora).

La scheda tecnica della Fitbit Ace comprende:

  • Display OLED con supporto ai tap per cambiare schermata
  • Accelerometro a 3 assi, motore a vibrazione
  • Durata della batteria fino a 5 giorni
  • Connettività Bluetooth 4.0
  • Memoria interna in grado di salvare i dati dei movimenti di 7 giorni minuto per minuto e i dati totali quotidiani dei 30 giorni precedenti
  • Resistente all’acqua (IPX7) per essere utilizzato in ambienti umidi (sotto la doccia ad esempio) ma non per nuotare al mare o in piscina
  • Cinturino in elastomero flessibile, tracker e fibia in acciaio chirurgico inossidabile
  • Sincronizzazione tramite interfaccia wireless (portata sino a 6,1 metri) con i dispositivi Android e iOS

L’unica grande assenza è il sensore di battito cardiaco, il che probabilmente giustifica il prezzo di 99,99 euro a cui viene proposta. Nel caso foste interessati all’acquisto di Fitbit Ace nelle colorazioni viola intenso/acciao inossidabile e blu elettrico/acciaio inossidabile, è disponibile sin da ora sul sito web ufficiale.

Fitbit Ace disponibile ufficialmente a 99,99 euro Android Blog Italia.

fonte: http://www.androidblog.it/feed/