Home » News » Samsung ci descrive il Galaxy Note 9 in attesa della presentazione del 9 agosto

Samsung ci descrive il Galaxy Note 9 in attesa della presentazione del 9 agosto

Samsung ci descrive il Galaxy Note 9 in attesa della presentazione del 9 agosto Android Blog Italia.

Il Samsung Galaxy Note 9 sarà probabilmente lo smartphone Android più completo sul mercato, grazie al suo potentissimo hardware, alla S Pen di nuova generazione e a un software studiato appositamente per trarne beneficio.

Ormai mancano circa 10 giorni alla presentazione ufficiale e, per prepararci all’evento, Samsung ha voluto pubblicare una descrizione di ciò che dobbiamo aspettarci:

Il 9 agosto a New York, Samsung Electronics presenterà un dispositivo che ti consentirà di ottenere il massimo da tutto ciò che fai. L’ultima novità della linea premium della famiglia Galaxy è stata ottimizzata dalla testa ai piedi per tenere il passo con la vita frenetica degli utenti, con tecnologie che aumentano il livello di potenza, prestazioni e velocità degli smartphone. Insieme, questi miglioramenti rendono ancora più potente la nuova ammiraglia di Samsung, e l’unico dispositivo di cui hai bisogno per gestire il lavoro, il gioco e tutto il resto.

Come potete vedere, Samsung non menziona il nome del suo prossimo telefono di punta. Ma già (indirettamente) ha confermato che si tratterebbe di un nuovo modello della linea Galaxy Note con una S Pen specifica. E poiché il telefono sarà il successore del Note 8 del 2018, è quasi certo che il suo nome ufficiale sarà Samsung Galaxy Note 9.

Come i Galaxy Note del passato, il Note 9 dovrebbe in effetti essere adatto a qualsiasi operazione che è possibile fare con uno smartphone, dal lavoro al gioco. La produttività comunque sarà al centro dell’esperienza d’uso grazie in gran parte alla S Pen, che aggiunge funzionalità che la maggior parte degli altri telefoni di punta semplicemente non può offrire.

VIA  FONTE

Samsung ci descrive il Galaxy Note 9 in attesa della presentazione del 9 agosto Android Blog Italia.

fonte: http://www.androidblog.it/feed/