Google Stadia ed il Cloud Gaming per chi non ci ha capito nulla! (video)

di | 12 Giugno 2019

Google Stadia è sulla bocca di tutti negli ultimi giorni, e con lui un rinnovato interesse per il cloud gaming, un tipo di servizio che, nonostante il supporto di alcuni nomi illustri (non da ultimo NVIDIA), finora non è mai decollato. Proprio per questo motivo, molto probabilmente, non tutti i lettori avranno familiarità con certi termini, e si saranno magari stupiti di vedere il nome di Google accostato a quello di Playstation o Xbox.

Pochi mesi fa infatti, Google è entrato a gamba tesa nel settore, rovinando probabilmente la festa a molti. Sony e Microsoft stavano preparando le loro console next gen, che mai come questa volta sembrano le fotocopie l’una dell’altra, in una sorta di corsa a due che Stadia potrebbe sparigliare. Sì perché non solo da una parte c’è Stadia Pro, che permetterà di giocare in 4K a 60 fps, con HDR e audio 5.1, ovvero il meglio del meglio, ma dall’altra abbiamo anche Stadia Free, che in pratica metterà a disposizione di chiunque la possibilità di giocare in full HD a 60 fps. Per sempre. Senza preoccuparsi dell’hardware, né ora né mai.

LEGGI ANCHE: Xbox Scarlett vs. PS5

La mossa risulta vincente (almeno sulla carta) non solo nell’ottica del consumatore, che in pratica “non paga la console” ma solo i giochi, ma anche nei confronti dei publisher, che infatti stanno già supportando il servizio di Google con i propri cataloghi. Sì perché, anziché acquistare i giochi per Stadia, potrete pagare degli abbonamenti a determinate software house, in modo da accedere al loro catalogo di titoli un po’ in stile Netflix. Questo funzionerà sia con Stadia Free che con la versione Pro. L’esempio più lampante è quello di UPlay+ di Ubisoft svelato giusto poche ore fa.

È tutto troppo complicato? Rispetto ad una semplice console, dove devi solo collegare due cavi e giocare, senz’altro sì, ma in realtà è più semplice di quanto non appaia, e potenzialmente anche più economico. Se anche voi, come me, non siete però “esperti” del settore, sono sicuro che qualche domanda ve la sarete posta.

Come cambierà quindi il mondo videoludico con l’avvento di questo nuovo modo di giocare, soprattutto per l’utente comune? Se anche voi, come chi vi scrive, siete dei casual gamer senza troppe pretese, cosa dovete sapere della rivoluzione che sembra pronta ad abbattersi sul mondo delle console e non solo? E Microsoft e Sony si saranno davvero fatte trovare impreparate? Ci sono delle alternative credibili a Stadia? Non essendo io in prima persona il più adatto a rispondervi, ho posto queste ed altre domande al nostro esperto. Le risposte (e le domande) sono tutte nel video seguente. Buona visione!

L’articolo Google Stadia ed il Cloud Gaming per chi non ci ha capito nulla! (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

fonte: https://www.smartworld.it/videogiochi/stadia-faq.html